fbpx
IL NOSTRO BLOG

Segui le nostre rubriche e partecipa anche tu alla redazione dei nostri articoli.
Inviaci qui il tuo articolo e se sarà selezionato lo pubblicheremo sul nostro blog.

Ande- Questione di equilibrio

Via Rivolta, 14 | 23900 Lecco (LC) – Italia
T. +39 0341 288573 | E. info@avantgardelecco.it

©2019 Copyright Avantgarde snc. Tutti i diritti riservati. Designed by Operathing

8 attività outdoor per il tuo inverno

8 ATTIVITÀ OUTDOOR PER IL TUO INVERNO

ARTICOLO DI CRISTINA POZZI

Amanti dell’inverno, alzate la mano! O meglio… continuate a leggere questo articolo tutto dedicato alle avventure che solo questa stagione ci può regalare. Sì, perché inverno non è sinonimo di sci alpino: inverno è anche alpinismo, sci di fondo, sci alpinismo, ciaspole, trekking, fat bike, cascate di ghiaccio, sleddog e snowkite. Le possibilità sono davvero illimitate!

E se quest’anno l’inverno tarda ad arrivare, regalandoci solo qualche nevicata, noi di Ande ci crediamo ancora e non vogliamo farci trovare impreparati. Quindi ecco a voi una lista di luoghi magici dove approfittare al massimo di tutto ciò che questa stagione ha da offrire.

1. TREKKING INVERNALE IN VAL DI FEX

La Val di Fex è un piccolo gioiellino incastonato nel paese di Sils Maria, in Engadina (Svizzera), a pochi km dal passo del Maloja. Il sentiero che la attraversa è battuto (le ciaspole non sono necessarie), non presenta difficoltà, ed ha un dislivello contenuto. Il mio consiglio è quello di arrivare fino all’Alp Muotas, da cui la vista sul Pizzo Tremoggia e sulle montagne circostanti è davvero… WOW!

Cosa non può mancare? I pantaloni Falcade, perfetti per restare al caldo durante le passeggiate invernali.

Mete alternative: Lago del Cavloc (Svizzera), Val Roseg (Svizzera) e Monte Berlinghera (Alto Lago di Como).

2. ALPINISMO INVERNALE AL GRIGNONE

La Grigna Settentrionale è una di quelle montagne che ti rubano il cuore e che vorresti salire in ogni stagione. In inverno un paio di ramponi sono d’obbligo per raggiungere i suoi 2.410mt.

Le vie di salita sono molteplici: le più semplici sono la via della Ganda o la via invernale, mentre se cercate qualcosa di più adrenalinico potete percorrere la Cresta Piancaformia oppure salire uno dei suoi svariati canali. Il mio consiglio è quello di passare la notte al Rifugio Brioschi per poter ammirare sia l’alba che il tramonto, con una vista pazzesca sul lago di Como e sulle montagne lecchesi.

Cosa non può mancare? La giacca 2 in 1 Eiger, ideale per scaldarsi e proteggersi dal vento che molto spesso soffia in cresta, e lo zaino Adamello, comodo e capiente.

Mete alternative: Grignetta (Lecco) e Resegone (Lecco).

3. SCI DI FONDO IN ENGADINA

L’Engadina (Svizzera), con i suoi 200km di piste, è il paradiso per gli appassionati degli sci stretti. Ce n’è per tutti i gusti: piste che attraversano laghi ghiacciati, piste che risalgono pendii boschivi (se siete fortunati potete persino incontrare qualche scoiattolo), piste che conducono alla vedretta di un ghiacciaio…

Cosa non può mancare? Lo zaino Ande Velox da 12lt, che vi permette di portare un cambio maglia e un thermos di thè caldo, avendo comunque piena libertà di movimento.

Mete alternative: Livigno (Valtellina), Val Formazza (Piemonte), Lenzerheide (Svizzera), Val Ferret (Valle d’Aosta).

4. CANALE DEI CAMOSCI AI PIANI DI BOBBIO

Il Canale dei Camosci è l’occasione perfetta per spolverare la vostra piccozza, appesa al chiodo dallo scorso inverno, e pestarla nella neve polverosa per salire questo facile canale (40°-45° di pendenza). La conca dei Campelli e la vista dalla cima dello Zuccone Campelli vi lasceranno a bocca aperta, e vi daranno l’illusione di essere stati catapultati in Dolomiti.

Cosa non può mancare? Vista l’esposizione a nord di questo canale e le partenze a orari illegali, il piumino Merano è d’obbligo.

Mete alternative: Monte Cabianca (tra la Val Brembana e la Valgoglio) e Pizzo Arera (tra la Val Brembana e la Val Seriana).

5. SCI ALPINISMO IN VALGEROLA

La Valgerola è un vero Winter Wonderland, ed ha tantissimo da offrire soprattutto agli appassionati di sci alpinismo. La salita più gettonata è sicuramente quella al Monte Salmurano, grazie al suo dislivello contenuto e alla sua esposizione a nord, che garantisce dell’ottima powder (ovviamente quando l’inverno regala un pizzico di neve).

Cosa non può mancare? Il gilet Brunico, un ottimo compromesso tra calore e libertà di movimento.

Mete alternative: Piz Belvair (Engadina) e Piz Campagnung (Engadina).

6. CIASPOLATA IN VALMALENCO

Uno dei percorsi più belli da fare con le racchette ai piedi è sicuramente il giro dei tre rifugi in Valmalenco, che parte dal rifugio Zoia, tocca il rifugio Cà Runcasch e arriva al rifugio Cristina, al cospetto del maestoso Pizzo Scalino. Questa ciaspolata è molto gettonata anche nelle serate di luna piena grazie alla facilità del sentiero e al dislivello contenuto. E se vi dicessi che a fine ciaspolata c’è la sauna finlandese nella botte del rifugio Zoia che vi aspetta?

Cosa non può mancare? I super leggeri bastoncini Maloja, 100% in carbonio.

Mete alternative: Lago Palù in Valmalenco (Valtellina) e Rifugio Branca a Santa Caterina Valfurva (Valtellina).

7. IN FATBIKE NEL PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO

Avete mai pedalato sulla neve? Sì, si può fare, basta avere le gomme giuste. Con la fatbike è infatti possibile sfrecciare sui sentieri innevati del Parco Nazionale dello Stelvio, attraversare la Valle dei Forni, scoprire la Val di Rezzalo, e ammirare la Val Viola. Io non l’ho ancora provata… ma è nella mia Bucket List per questo inverno.

Cosa non può mancare? Il guscio Braies, per proteggervi dall’aria invernale senza farvi sudare sette maglie termiche.

Mete alternative: Livigno (Valtellina) e Val di Fassa (Trentino-Alto Adige).

8. TREKKING LUNGO IL SENTIERO DEL VIANDANTE

E se invece non siete amanti della neve, non temete… abbiamo pensato anche a voi! Il Sentiero del Viandante è un itinerario di 45km che parte da Lecco e termina a Colico. Il tratto più panoramico? Sicuramente la variante alta che collega Lierna a Varenna, passando dall’Alpe di Mezzedo e da Ortanella, fino ad arrivare al famosissimo Castello di Vezio. Lungo questo percorso raramente troverete ghiaccio e neve, in quanto è molto solivo e la quota massima è di 990mt.    

Cosa non può mancare? Il micro-pile Gressoney Lady Fleece, che grazie alla sua traspirabilità è adatto anche alle giornate invernali più calde.

Mete alternative: percorso della Bregagno SkyRace che passa dalle bellissime chiesette di Santa Eufemia e di San Bernardo (Alto Lago di Como), e la Dorsale Lariana (da Como a Bellagio).

Insomma, la stagione invernale non solo regala paesaggi innevati mozzafiato ma ci offre tantissime possibilità di sport outdoor, tutte da provare! Io non vedo l’ora di fare quello che per ora è rimasto sulla lista dei desideri e raccontarvelo. Segui @andeoutdoor per non perderti i miei consigli di viaggio!

FOLLOW US

ALTRE NEWS